“Letterodromo Babele” – Workshop con traduttori di letteratura romena a Venezia

by Ileana on luglio 5, 2010

“Letterodromo Babele” – Workshop con traduttori di letteratura romena a Venezia

L’avevo detto io che c’era una bella iniziativa in caldo!

Stamattina prende il via il Letterodromo Babele, una serie di incontri sulla traduzione dal romeno organizzata dall’ICR in quel di Venezia.

Ecco il loro comunicato stampa:

Tra il 5 e il 9 luglio, l’Istituto Culturale Romeno, tramite il Centro Nazionale del Libro e l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, organizza il progetto “Letterodromo Babele”, un workshop che riunirà traduttori di letteratura romena da vari spazi linguistici: Bulgaria, Francia, Germania, Israele, Italia, Olanda, Polonia ed Ungheria.
L’obiettivo principale del progetto è lo sviluppo della rete di traduttori di letteratura romena e la creazione di sinergie che promuovano tale letteratura nel circuito internazionale.
I partecipanti, beneficiari dei programmi di borse per traduttori – professionisti e in formazione – svolti dall’Istituto Culturale Romeno, avranno l’occasione di incontrarsi per conoscersi e scambiarsi informazioni sull’esperienza personale riguardante le strategie di traduzione e promozione della letteratura romena all’estero.
I traduttori invitati a Venezia sono: Laure Hinckel (Francia), Gerhardt Csejka (Germania), Jan Willem Bos (Olanda), Joanna Kornaś-Warwas (Polonia), Any Shilon (Israele), Lora Nenkovska (Bulgaria), Jan Cornelius (Germania), Mihály Lakatos (Ungheria), e i giovani traduttori italiani Roberto Merlo, Anita Natascia Bernacchia, Danilo De Salazar, Giovanni Magliocco, Ileana Maria Pop, Maria Luisa Lombardo, Aronne Mapelli, Serafina Pastore, Mauro Barindi.
Inoltre, al workshop saranno presenti Simona Popescu e Dan Lungu, due dei più importanti e tradotti scrittori romeni, che parleranno dal punto di vista dell’autore dell’esperienza di essere tradotti. I traduttori presenti identificheranno sui loro testi i problemi di traduzione e suggeriranno strategie per superarli.
I partecipanti discuteranno di temi quali il problema del linguaggio substandard, la modalità specifica di ricezione di alcune traduzioni, problemi di traduzione creati dalla comicità, il problema della confessione religiosa del traduttore, le differenze culturali nella traduzione, la traduzione dei termini osceni ecc.
Le sessioni di lavoro si svolgeranno nella sala conferenze “Marian Papahagi” dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica dì Venezia e saranno moderate da Dana Bleoca, vicedirettore del Centro Nazionale del Libro, dallo scrittore e traduttore Florin Bican e da Monica Joiţa, direttrice ad interim dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia.